17 maggio 2007

 

Balle da incubo











[sonetto per suonati]

In piazza Duomo, a Como
ho visto un uomo
raccontare balle
e mille persone trasportarle tutte.
Senza fatica, felici.

In piazza Duomo, a Como
ho visto mille persone
raccogliere balle
e pochi sul palco a numerarle.
Senza fatica, convinti.

In piazza Duomo, a Como
ho visto la politica
messa tra le balle:
chi le raccontava, chi le raccoglieva.
Senza fatica, contenti.

In piazza Duomo, a Como
non ci dovevo andare.
Ho passato la notte a sognare balle
che mi rotolavano addosso.
Che incubo.

Gerardo Monizza


Comments: Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?